martedì 13 maggio 2014

Controluce

Camminava da tempo, da tanto tempo, da così tanto tempo che i piedi cotti e il sole alto nel cielo - e la polvere, e la salita, e le buche e tutto il resto - come mosche moleste, avevano iniziato ad insinuare che forse aveva sbagliato strada. Era già da qualche curva, quindi, che le capitava di ripensare al bivio, e la mente si riempiva della dolcezza della mattina, della freschezza della sue gambe e del gusto ancora fragrante della recente colazione. Così aveva iniziato a pensare che forse aveva sbagliato strada. Ora, che cambiarla era impossibile. Avrebbe anche potuto portarsi questo dubbio fino in vetta, se le caleidoscopiche circostanze di cui qualche volta la vita ci fa dono, non le avessero messo sotto il naso, improvvisamente, di nuovo, il profumo di quel bivio. Di certe stanze, di certe sedie. Di certe parole. Che gran regalo ci fa la vita, certe volte, quando ci fa affacciare alle finestre dopo che siamo usciti dalle porte. Quando mette il ricordo dritto controluce, e la nostalgia sbiadisce e la filigrana e' lì, nitida come fosse ora, e indica senza ombra di dubbio una certa, seppure impervia, direzione. 

7 commenti:

  1. Bellissimo brano, Prish. Il profumo del bivio ci ricorda la scelta, il momento in cui il pensiero si è fatto azione. E noi, nonostante i dubbi e le incertezze, siamo quella scelta e quel percorso intrapreso.

    Abbracci.
    Pim

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Pim! Si, in fondo ognuno di noi è anche la strada che ha percorso. Quindi il ricordo del bivio....e' la ricostruzione di una piccola nascita... ;-) buon sabato! Prish

      Elimina
  2. Bello quest'ondeggiare tra realismo e metafora, tra memoria e proiezione alla vetta.
    Ciao
    massimolegnani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ondeggiare....e' vero, e' proprio questo. Ed io non l'avevo del tutto compreso. Grazie!

      Elimina
  3. ...Il ricordo dritto controluce...quando le parole sono sapori ;)
    Ciao Prish

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sapori dici? Amaro, direi, ma buono. Come certi pezzettini di cioccolato!!

      Elimina
  4. Ma infatti...cioccolato fondente ;)

    RispondiElimina