domenica 17 marzo 2013

Quando il mio sentiero


Quando il mio sentiero sarà in vista della vetta, vorrò averti e averti avuto accanto.

In fondo é solo questo  che ci siamo detti quel giorno: che faremo di tutto, ma proprio di tutto, perché questo accada.

Perché sai, c'è anche chi ci é riuscito. Ma nessuno ci è riuscito da solo, mai.
 
 

10 commenti:

  1. Un pensiero così bello e profondo da togliere il respiro...

    Pim

    RispondiElimina
  2. Dissento: un pensiero così bello e profondo da ridare respiro...

    RispondiElimina
  3. Poche e dolcissime parole per esprimere il senso di due vite unite in una, l'amore e la tenerezza in ogni momento e circostanza.
    Chi le condivide non può che dirti "grazie di avercele regalate", e sperare,impegnarsi e pregare per riuscire a farle diventare realtà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non va a me il 'grazie', io sono solo un sopraffatto testimone, .... ma lo prendo volentieri e lo tengo caro, caro come un impegno!
      Prish

      Elimina
  4. ... O ridarlo, il respiro, sì...

    RispondiElimina
  5. Pim e Mamma Si, avete ragione entrambi. In un modo o nell'altro questo pensiero arriva dritto al respiro. Lo sento anche io ogni volta che lo vedo. Perchè non è mio, questo pensiero, mi viene continuamente regalato...
    Vi abbraccio. Prish

    RispondiElimina
  6. Ti rispondo con un verso di W. Szymborska.
    "Senti come mi batte forte il tuo cuore".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un verso bellissimo, che va dritto al punto. (quello che comanda il respiro.

      Grazie!

      Elimina
  7. leggendo questo post mi viene da pensare che allora certi sogni non sono solo sogni.
    E' meraviglioso che tu l'abbia condiviso con noi. Grazie Prish

    PuntoG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, è così. proprio così.

      un abbraccio

      Elimina