venerdì 18 settembre 2009

Relatività

Non avevo mai realizzato che, in proporzione alla durata delle rispettive vite, le montagne si muovono ben più velocemente degli esseri umani.


E' facile dimenticare che la finestra dalla quale guardiamo il mondo è molto piccola.


6 commenti:

  1. la foto è dedicata a chi mi ha suggerito questo pensiero, che sicuramente riconoscerà il soggetto ;-)

    RispondiElimina
  2. E la durata delle nostre vite non vale quella di un solo sasso...

    RispondiElimina
  3. Non ci avevo mai pensato neanch'io.

    Però ... siamo più statici delle montagne...

    RispondiElimina
  4. L'insegnameno delle montagne... !!

    Ciao Pim, ciao Biz buona giornata

    Prish

    RispondiElimina
  5. Forse anche le montagne si sentono lente e poco dinamiche se si confrontano magari con le galassie...

    La nostra finestra è piccola, il nostro sistema è limitato, quel relativo è però per noi importante, perlomeno a fasi alterne, quando viviamo giù, per poi sentirci piccoli e insignificanti quando respiriamo su...

    Se fossi una montagna io vorrei essere lo Sciliar con la sua schiena alta e piana e la sua testa a punta rimasta inviolata per anni; fino a che il sig. Santner, quasi scalzo, con una abilità unica non la conquistò e da lì si chiamò punta Santner. A Siusi c'è una statua in suo ricordo.

    Sono tanti i visitatori che frequentano la schiena dello Sciliar dove si raggiunge il bellissimo rifugio Bolzano; pochi gli scalatori che vincono la testa e purtroppo a volte non fanno ritorno.

    RispondiElimina
  6. Hai detto niente, lo Sciliar! ;-)

    RispondiElimina